Thou Wast Mild and Lovely

Thou Wast Mild and Lovely

(Thou Wast Mild and Lovely | 2014)

USA, Colore, Drammatico, 78 minuti
Lingua: inglese - Sottotitoli: italiano

Regia: Josephine Decker
Cast: Joe Swanberg, Sophie Traub, Robert Longstreet, Kristin Slaysman, Matt Orme, Geoff Marslett, Shelley Delaney
La trama

Tra Steinbeck e Malick, la storia di Sarah, che vive col padre nel Kentucky e con lui si occupa della terra e degli animali della fattoria. La loro vita è periodicamente movimentata dallo stagionale di turno che li aiuta nella gestione dei lavori più impegnativi. E, come da copione, quando arriva Akin tra di loro nasconde la fede e comincia un rituale erotico con Sarah in cui non sarà sempre così scontato chi si trova nella parte del seduttore e chi in quella del sedotto, perché il carattere irruento di Sarah improntato a una carnalità così accesa sarà determinante nella concatenazione degli eventi.

Link: http://streaming.filmtvod.com/thouwast

Premi

  • Premio Craig Brewer Registi Emergenti a Josephine Decker al Memphis Indie Film Festival 2014
  • Premio Visioni Indipendenti a Josephine Decker come Miglior Film al Sarasota Film Festival 2014
  • Premio Tangerine Entertainment Juice a Josephine Decker al Sarasota Film Festival 2014
 
Il regista

Decker.jpg

Josephine Decker comincia la sua carriera come documentarista e come aiuto produzione per A&E, ABC e Discovery. La sua attività è varia: videoartista, performer, regista, attrice.

Originaria del Texas, laureata a Princeton, autrice di molti cortometraggi e video musicali, di un documentario sulla bisessualità negli States, Bi the Way, e dell’applaudito cortometraggio Me, the Terrible, ha allestito numerose performance, soprattutto su temi ambientali, e ha collaborato alle performance dell’artista Sarah Small e di Marina Abramovich al MoMA.

Le sue opere sono spesso costruite a partire da un lavoro di improvvisazione e collaborazione con le persone del suo quotidiano. Thou Wast Mild and Lovely, ispirato ad un personaggio dell'opera di Steinbeck La valle dell'Eden, è il suo secondo lungometraggio. Il titolo del film è in un inglese arcaico che rimanda a una certa atmosfera ottocentesca (come per esempio in questo inno).

Inserita da Filmmaker Magazine nella lista degli indie statunitensi sui quali scommettere, applaudita da Indiewire e da The New Yorker, accostata a David Lynch e Terrence Malick, Josephine Decker ha esordito nel lungometraggio nel 2013 con Butter on the Latch, un thriller che vede protagoniste due amiche che frequentano un corso di cultura balcanica in un bosco californiano.
Con budget ridotti e facendo ricorso al crowdfunding, la Decker lavora sulla natura, sui volti, sulle sensazioni, sulla dimensione onirica ed emotiva, mescolando abilmente suggestioni letterarie, ricerca di una dimensione estetica personale, tocchi surreali.

Il Torino FIlm Festival le ha dedicato una retrospettiva nel 2014.

 
 

La redazione dice

 

Il web scrive